Servizio anche a domicilio o da remoto tel.: 0331769059 3355332578

Che cos'è una rete?
Una rete è un particolare collegamento tra un numero finito di elementi chiamati generalmente nodi.
Nel caso dell'Informatica una rete si riferisce al collegamento diretto tra calcolatori.  I calcolatori connessi ad una rete, possono scambiarsi dei dati, usufruire di un servizio comune, o  lavorare contemporaneamente su di un unico progetto di qualsiasi tipo trattabile per mezzo di sistemi informatici.

Le reti  di calcolatori possono essere effettuate principalmente in tre modalità fondamentali:

 

1.  Collegamento ad anello In questo tipo di collegamento i calcolatori vengono collegati tra di loro in serie come mostrato dalla figura.
I calcolatori si scambiano i dati successivamente.  Il "dato" parte da un computer specifico seguendo un direzione, per raggiungere il computer seguente: se il computer seguente è il destinatario del "dato", il cammino termina altrimenti prosegue in successione fino a trovare il computer destinatario.

2. Collegamento a stella

In questo tipo di collegamento i calcolatori vengono connessi ad un computer centrale come mostrato dalla figura.
I calcolatori si scambiano informazioni passando per il computer centrale che in pratica spedisce il "dato" al computer interessato.  In questo tipo di collegamento, si può dire che il computer centrale "gestisce" la rete.

3. Collegamento a bus

In questo tipo di collegamento i calcolatori vengono collegati ad "una via centrale" chiamata bus sulla quale viaggiano i dati.
Nel collegamento a bus i calcolatori non possono inviare dati nello stesso instante in quanto si andrebbe a generare dei conflitti di rete. Per eliminare questo problema, i calcolatori prima di inviare dei dati, aspettano automaticamente che il bus sia libero.

Protocolli e velocità
I calcolatori connessi ad una rete si scambiano informazioni di diverso tipo con modalità ben precise: i dati da spedire ad un determinato computer infatti, vengono racchiusi in pacchetti.  Per capire bene il concetto di pacchetto possiamo far riferimento alle comuni spedizioni postali: quando noi dobbiamo spedire del materiale a qualcuno, inseriamo il tutto in un pacco indicando l'indirizzo del destinatario; anche tra i calcolatori connessi ad una rete accade  la stessa cosa.   Nei calcolatori, l'involucro fisico del pacco, viene sostituito da una serie di caratteri/simboli collocati all'inizio e alla fine dell'informazione da spedire. I "delimitatori dell'informazione" vengono chiamati generalmente caratteri/simboli di controllo.

I pacchetti di informazioni devono rispettare alcune regole fondamentali in modo che tutti i computer connessi ad una stessa rete che siano a conoscenza di queste regole possano interpretare correttamente le informazioni spedite. Queste "regole fondamentali" è  in pratica il protocollo di comunicazione.  Esistono moltissimi tipi di protocolli ma al giorno d'oggi quelli più utilizzati e conosciuti sono pochi.

La velocità di trasmissione dei dati, più precisamente dei pacchetti, cambia in base al sistema utilizzato. Quando si parla di velocità di trasmissione, si intende la quantità di bit spediti in un secondo ossia: bit al secondo.  L'unità di misura utilizzata per utilizzare i bit al secondo è il baud.

Differenze tra linee di trasmissione

Linea analogica: La linea analogica è il tipo di linea attualmente più diffusa ed utilizzata.  Attraverso questo tipo di linea è possibile collegarsi direttamente ad un computer specifico, ad una rete specifica o alla grande rete mondiale Internet.
Per usufruire di questo tipo di linea per accedere ad una particolare rete, basta dotarsi di un dispositivo a basso costo chiamato modem da collegare al vostro computer e alla tradizionale linea telefonica.  Il tipo di collegamento analogico è il meno costoso da realizzare e da mantenere ma purtroppo ha anche degli svantaggi: la lentezza.  I modem analogici più nuovi e veloci possono raggiungere al massimo una velocità di 56Kbps che nella maggior parte dei casi pratici, non sarà mai raggiunta a pieno per problemi quali disturbi di linea o errori nell'interpretazione del segnale.  Proprio per il problema della lentezza, le connessioni sfruttanti questo tipo di linea sono consigliate soltanto a privati o comunque a coloro che non hanno intenzione di utilizzare la rete per scopi professionali.


Linee ISDN: Le linee ISDN dette anche linee digitali, costano leggermente di più delle linee analogiche (canone maggiore) ma allo stesso tempo offrono maggiori vantaggi.  Queste linee infatti offrono trasferimenti di dati in modo molto più veloce rispetto le linee analogiche.  Le trasmissioni su linee ISDN avvengono generalmente, come per le linee analogiche, tramite modem.  La velocità offerta dai normali modem ISDN può andare dai 64Kpbs ai 128Kbps.  Il raggiungimento di queste velocità è dato dal fatto che i modem digitali trasmettono i dati "così come sono" senza effettuare una "modulazione sonora" caratteristica dei modem analogici.  In questo modo i disturbi di linea e di segnale, vengono ridotti notevolmente.  
Le linee ISDN comprendono in pratica due canali di trasferimento da 64Kbps.  I canali possono essere utilizzati contemporaneamente raggiungendo la velocità di 128Kbps o separatamente.  Possiamo ad esempio utilizzare soltanto un canale per la nostra connessione ad Internet mentre potremmo utilizzare l'altro canale per effettuare una normale telefonata vocale.  Questa soluzione è consigliata a persone o imprese medio/grandi che sfruttano la rete in maniera assidua.

ADSL: Nell'ultimo decennio sul mercato italiano ma non solo, sono apparse le linee "super veloci" chiamate tecnicamente ADSL.  La connessione a reti grazie a questa nuova tecnologia avviene attraverso il normale cavo telefonico (doppino) ma tecnicamente in maniera diversa dalle trasmissioni analogiche o ISDN.  Per utilizzare l'ADSL per le reti, dovremo munirci di un modem ADSL.  La trasmissione dei dati avviene in maniera asimmetrica ossia, il trasferimento di dati dalla rete al computer dell'utente, risulta più veloce rispetto al trasferimento opposto.
La velocità di trasferimento raggiungibile è nell'ordine di 640Kbps anche se nella pratica la banda dati non raggiunge mai questa quota.  Purtroppo l'intero territorio italiano non è ancora coperto da questo servizio.  Per ora infatti restano scoperti i piccoli centri abitati.  La connessione tramite linea ADSL permette di restare connessi 24 su 24 senza scatti telefonici con la possibilità di usufruire contemporaneamente della linea telefonica.  Per utilizzare l'ADSL si dovrà pagare,almeno per ora, un canone mensile variabile a secondo di chi offre il servizio.

Linee dedicate: Le linee dedicate sono linee telefoniche di tipo digitale che possono offrirci connessioni  perpetue, 24 ore su 24 senza interruzioni.  Questo tipo di collegamento risulta essere tuttora il più veloce esistente. La velocità permessa con questo tipo di linea può variare da 56Kbps a 45Mbps in base alla vostra scelta.  Naturalmente più le linee saranno veloci e più costerà il loro canone mensile.  Bisogna anche dire che il canone non viene fissato soltanto in base alla velocità ma anche in base alla distanza tra voi e la centrale telefonica.  Infatti le linee dedicate sono veri e propri cavi che collegano fisicamente il nostro computer o la nostra rete ad un altro computer o ad un'altra rete magari molto distante, passando per una centrale telefonica.  In pratica è come se la linea fosse totalmente vostra.